lunedì 3 novembre 2014

Sanguinamenti di coppia:
il Gesù e la madonna di Giampilieri

di Giuseppe Verdi

La frazione messinese di Giampilieri vanta una particolarità che la rende unica nell'universo cristiano: può vantare non solo una madonna piangente, ma anche un Gesù che compie il medesimo prodigio!

A quanto pare, il fenomeno si è ripetuto oggi, 3 novembre, a distanza di 25 anni dal suo primo manifestarsi, quando, nel 1989, un quadro posto come capezzale del letto di una tal signora Pina cominciò a sanguinare. L'emorragia era talmente copiosa che fu necessario mettere sotto al quadro grossi tamponi di cotone per assorbire il sangue. E lì, ecco la sorpresa: Gesù cominciò a scrivere sul cotone!!!
Ebbene sì. Proprio Gesù, che in vita non scrisse nemmeno una riga per l'umanità, in epoca moderna si sarebbe messo a vergare su cotone (in perfetto italiano e in stampatello maiuscolo, si veda l'immagine sopra) messaggi su messaggi, per apparire successivamente alla stessa signora Pina e annunciarle che da quel momento in poi ella sarebbe stata seguita da sua madre, vale a dire Maria, che infatti da quel giorno prese ad apparire puntualmente alla suddetta Pina, la quale divenne così la "veggente" di Giampilieri e, nel periodo pasquale, accusa la comparsa dei segni della passione (in particolare su mani e ginocchia).
Ovviamente, negli anni si sono susseguiti i miracoli, in particolare svariati casi di donne che non riuscivano ad avere figli e che, grazie all'intervento della madonna, sarebbero rimaste incinte (un po' come avveniva frequentemente nell'Antico Testamento, dove il virus della sterilità colpiva selvaggiamente anche le donne più devote).
Da allora, Pina riceve settimanalmente un messaggio dalla madonna e lo divulga. Mi chiedo tuttavia: perché Maria disperde le forze in questo modo? Non potrebbe concentrare tutta la messaggistica in un'unica località "universale" e utilizzando un solo veggente o gruppo di veggenti?
Per chi volesse saperne di più, è possibile consultare il curatissimo sito nostrasignoradigiampilieri.it, dove troverete, oltre al testo di tutti i messaggi lasciati alla signora Pina da Gesù e Maria, anche i risultati di una serie di analisi del sangue fuoriuscito dal Cristo in bronzo e di quello di cui, una volta, fu trovata zuppa una cartolina. Nel referto si legge tra le altre cose "neutrofili molto maturi (invecchiati)", circostanza del tutto prevedibile, trattandosi di sangue vecchio di quasi due millenni... 

1 commento: